"sono l'amore scritto sui muri, sono la musica che distrugge i timpani, i treni ad alta velocità, il mare in tempesta. sono eyeliner e occhi marroni, capelli e fianchi mai perfetti; sono disagio, paura, gambe che tremano. sono fatta di sogni e speranze, di parole stampate nei libri, di promesse mai mantenute. sono l'ultima marlboro rossa, la ferita sanguinante, il vento che soffia forte, l'alba, i concerti rock. sono roma di notte, il sole che splende, i maglioni caldi, gli abbracci che spaccano le costole. sono le carezze di una nonna, i sorrisi luminosi di chi è triste, le conversazioni di notte, la complicità di una migliore amica e le ore a studiare. sono seduzione, sussurri e baci proibiti. sono il sapore dei ricordi, la tua canzone alla radio, la pace dei tramonti, il silenzio assordante e la neve che cade a fiocchi. sono la voce di kurt cobain, le poesie di ungaretti, i colori del cielo, il profumo dei fiori. prendimi e portami via, non ti accorgi che ho solo bisogno di essere salvata?"

"Manteniamo le distanze senz’esserci più parlati, ma a non guardarci non ne siamo poi così capaci;
E allora come riusciamo ad ignorarci e allo stesso modo mancarci?”

Maria Auriemma | traimieirestifiorisco

Perché son cogliona prima io e poi tu, e allora vaffanculo. (via traimieirestifiorisco)

e allora vaffanculo sul serio, ‘ste situazioni.

(via bel-culetto)

"E chiamiamolo amore o autodistruzione questo mio cercarti e questo tuo non esserci.”
— Pesantecomeunalibellula (via unragazzochenonvive)
"Gli addii peggiori sono quelli che non si dicono. Quelli che non sai se aspettare o se smettere di sperare che torni.”
— (via non-perdiamoci)
©